6 Luglio 2015, ore 10.00 riceviamo una telefonata che mai avremmo voluto ricevere :  il comando dei Vigili del Fuoco di Savona ci avverte che, a seguito di una richiesta di intervento per bonifica da vespidi da parte di un cittadino di Andora, hanno riscontrato che l'imenottero che popolava il nido segnalato ricordava la tanto temuta Vespa Velutina.

APILIGURIA Sezione SAVONA ha prontamente risposto alla segnalazione da parte del Comando rendendo disponibile un socio di zona che si è preso l'incarico di raggiungere il distaccamento dei VV.FF di Albenga per identificare gli insetti post-cattura e distruzione eseguita a cura dei Vigili del Fuoco.

Vogliamo ringraziare RODOLFO ROCCHI che si è recato a constatare che purtroppo il sospetto iniziale era effettivamente fondato.

Si tratta proprio di Vespa Velutina.

Come noto, Vespa Velutina - specie d'imenottero molto pericolosa per il settore apistico e per la sicurezza pubblica originaria del Sud-Est asiatico - è stata ritrovata in Europa per la prima volta a Bourdeaux (FR) nel 2004 e da allora si sta propagando rapidamente.

Il nido secondario ritrovato in data odierna 6 Luglio 2015 si trovava ad Andora vicino alla base militare dell'Aeronautica e rappresenta di fatto il primo nido di Vespa Nigrithorax Velutina in Provincia di Savona di cui si abbia notizia dall'inizio, oramai tre anni fà, dell'emergenza sul territorio ligure. Da segnalare due casi di ritrovamento di adulti a Loano e a Savona-centro rispettivamente nel 2012 e 2014.

I resti del nido e gli individui adulti recuperati oggi sono in custodia alla ns. sede associativa in attesa di essere inviati ai centri di Ricerca preposti.

Riportiamo il numero da contattare per eventuali altre segnalazioni sul territorio savonese di ponente ( da Savona ad Andora) +39 349/69.41.943

Fig. 1 Esemplari adulti

Fig.2. Esemplari adulti #2

Fig.3 Esemplari adulti e resti di nido