Come da previsioni fatte dagli apicoltori savonesi nella stagione scorsa, si sono verificate nella peggiori delle aspettative: Vespa Velutina fa di nuovo parlare di sè ed è sempre più presente!

La stagione estiva sta raggiungendo il suo apice per via dell’avvicinarsi del tanto atteso Ferragosto: periodo di riposo per molti, sole, mare. Tutto questo non vale per il comparto apistico; a partire dal mese di Agosto infatti si sono intensificate le segnalazioni di presenza sul ponente savonese de tanto temuto imenottero che sta preoccupando tutti gli allevatori di api da oramai 5 anni, da quando Vespa Velutina  (Vespa Velutina Nigritorax- imenottero di origine asiatica) è approdata anche in Italia proveniente dalla Francia, dove è stata ritrovata per la prima volta 15 anni fa.

Ad inizio Agosto infatti una serie di chiamate al Comando provinciale di Savona dei Vigili del Fuoco hanno messo in allerta lo stesso Corpo e di concerto le principali associazioni apistiche, tra le prime APILIGURIA. Le segnalazioni da parte di molti privati cittadini consapevoli e informati del problema si sono succedute a raffica da Albenga, Loano, Finale; questo fa ben sperare sul lavoro di sensibilizzazione fatto negli anni scorsi da parte delle associazioni apistiche e dei vari enti che si sono attivati da subito per segnalare l’insorgere di questo problema. Ringraziamo infatti tutti coloro che hanno segnalato anche solo il sospetto che il nido ritrovato nel proprio podere, casa, ecc.. si trattasse di Vespa Velutina.

Nel concreto, le segnalazioni ricevute da parte della cittadinanza vengono da prima verificate da parte di personale formato che si trattino proprio del tenuto insetto, e non di altri di tipo “indigeno” del ns territorio. A seguito della verifica positiva che si tratta effettivamente di Vespa Velutina, vengono attivate le procedure di neutralizzazione da parte delle squadre specializzate previste dal progetto europea LIFE “STOP VESPA VELUTINA” che intervengo nel più breve tempo possibile sul posto dell'avvistamento. La collaborazione con il suddetto di Corpo dei Vigili del Fuoco è indispensabile ed estremamente efficace.

Come detto, le segnalazioni si susseguono di continuo e la situazione si sta delineando sempre più con chiarezza: la Vespa Velutina è entrata a gamba tesa sul territorio savonese e sta creando i primi problemi al comparto apistico.

Questo articolo serve per aggiornare sulla situazione reale dell’avanzamento dell’infestazione e soprattutto per rinforzare la sensibilità di tutti, non solo degli apicoltori. Come spesso è già stesso detto, l' apicoltore non è l’unica categoria ad essere interessata perché Vespa Velutina si ciba prevalentemente di api, ma bensì TUTTI possono colpiti da questo calabrone asiatico..e la parola “colpiti” non è scelta a caso. Quindi è l' interesse di tutti alzare le antenne su questa minaccia e contattare gli enti preposti come primo contatto: i vigili del fuoco.

Di seguito alcune foto degli ultimi ritrovamenti.

Grazie

APILIGURIA Savona, lo staff

 

Nido Secondario - Agosto 2018 - Loc. Verzi, LOANO (SV)

 

 Vespa Velutina - Agosto 2018 - Loc. Finalborgo, Finale Ligure (SV)

 

Nido Secondario - Agosto 2018 - Loc. Perti, Finale Ligure (SV)

 

Nido Secondario - Agosto 2018 - Andora (SV)